le barbe della Gioconda

Ludopedagogia

La Ludopedagogia nasce come esperienza specifica dell’Educazione Popolare, che con il maestro Paulo Freire si è sviluppata come movimento continentale in America Latina. 

IMG 2420Quasi 30 anni fa, in Uruguay, inizia a costruirsi l’esperienza politico-professionale che oggi si chiama “Ludopedagogia”, essendo, la Ludica e la Pedagogia, due componenti metodologicamente strategiche per contribuire ad un vero sviluppo integrale delle persone e della società.

La Ludopedagogia ha come obiettivo principale quello di propiziare attitudini e azioni individuali e collettive volte alla trasformazione della realtà. Attitudini e azioni volte al cambiamento effettivo delle condizioni oggettive e soggettive dell’esistenza umana, nell’obiettivo dello sviluppo integrale delle persone, soddisfacendo tutte le necessità fondamentali per vivere una vita degna e godere del pieno esercizio dei Diritti Umani, nel rispetto delle differenze e della sostenibilità ambientale.

IMG 8425L’obiettivo dell’Associazione è quello di estendere un metodo originario di un contesto di soprusi e politiche discriminatorie ad un altro contesto, quello europeo ed in specifico italiano, che si trova oggi a dover affrontare le conseguenze socioeconomiche e culturali di molte politiche dirette ed indirette di emarginazione, che troppo spesso sono riuscite a pervadere anche le modalità di lavoro sociale di associazioni ed istituzioni che vorrebbero promuovere una differente idea di società.

Questo metodo facilita il lavoro educativo, coinvolge i e le partecipanti incoraggiandone l’apertura verso atteggiamenti differenti, stimolando la curiosità e la necessità di riconoscere l’alterità. Il “gioco” sviluppa la volontà di entrare all’interno dei processi attraverso la partecipazione, proponendo modalità che includono il rischio, la scoperta dell'altro e delle proprie potenzialità nascoste, la possibilità di vedere e pensare in modo alternativo.  

Laboratori di Ludopedagogia

Un laboratorio di Ludopedagogia è:

  • un’occasione per disimparare ciò che non ci aiuta a capire, ad ascoltare, a cambiare;
  • un luogo in cui la fantasia brilli, l’immaginazione sia una necessità, la creatività un imperativo salutare, il conflitto l’occasione per inventare una terza via;
  • una scintilla di tempo in cui il gioco può restituire al piacere ed all’allegria il potere di generare e far germogliare l’altro mondo possibile.